Eliapos AMBIENTE
Anno 1 n. 13, 10 giugno 2016

REGIONE PUGLIA AGGIORNATE LE REGOLE SU SCARICHI ACQUE

la Regione Puglia con il Regolamento n. 7 del 2016 ha adottato le nuove disposizioni in materia di scarichi di acque reflue domestiche e  assimilate  in aree fino a 2000 abitanti non servite da rete fognaria, rettificando in parte  il  precedente Regolamento regionale n. 26 del 12 dicembre 2011.
In particolare per tali aree il Regolamento integra la disciplina della deroga ai trattamenti appropriati nel ricorso al deposito temporaneo di rifiuti liquidi  prevedendo:
lo smaltimento delle acque reflue domestiche e  assimilate mediante deposito temporaneo dei liquami limitatamente al caso di edifici esistenti e non recapitanti nella rete fognaria, laddove sia tecnicamente impossibile adottare le tipologie di trattamenti appropriati;
la deroga a carattere provvisorio, nelle more della realizzazione della rete fognaria, qualora gli edifici esistenti ricadano in aree che, sebbene incluse negli agglomerati urbani individuati nel Piano regionale di Tutela delle Acque, non siano ancora servite da pubblica fognatura.
X