Grandi novità in materia ambientale alla “Fiera della Sicurezza “di Bari che avrà luogo il 14 Settembre presso la Fiera del Levante di Bari – Centro Congressi – Sala 2, con la partecipazione di importanti esperti in materia ambientale a livello nazionale.

Gentilissima/o web- Lettrice/ Lettore,
La fiera della sicurezza” di Bari dedica un’intera giornata all’ambiente e alle sue novità normative; l’evento si posiziona nel panorama nazionale come appuntamento di riferimento per incontrare i professionisti del settore, conoscere le novità normative, le innovazioni e le nuove tecnologie.
Un’intera giornata dedicata all’approfondimento delle più recenti normative del settore, come la nuova Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) introdotta con il D. Lgs. n. 104 del 16 giugno 2017 al fine di efficientare le procedure, di innalzare i livelli di tutela ambientale, contribuire a sbloccare il potenziale derivante dagli investimenti in opere, infrastrutture e impianti per rilanciare la crescita sostenibile, attraverso la correzione delle criticità riscontrate da amministrazioni e imprese.
Le emissioni in atmosfera sono uno degli aspetti di prevalente impatto ambientale ad opera delle realtà produttive e il monitoraggio in continuo delle emissioni soggette ai criteri previsti nell’Allegato VI alla Parte V del D. Lgs 152/06 è un obbligo che oramai riveste una sempre maggiore importanza nel panorama della gestione degli impianti industriali; a tal fine la “Fiera della Sicurezza” dedicherà un ‘approfondimento alle diverse metodologie dei sistemi di monitoraggio per le emissioni in atmosfera.
La fase di identificazione del rifiuto (classificazione e caratterizzazione) risulta di enorme importanza e deve quindi essere valutata con estrema attenzione per poter effettuare una corretta gestione dei rifiuti. Tale tematica sarà approfondita da esperti del settore, insieme alle principali novità in materia di rifiuti come la nuova definizione della caratteristica di pericolo “HP 14 Ecotossico”, applicabile a partire dal 5 luglio 2018.
Una particolare attenzione sarà data ai rifiuti contenenti amianto e al PRA – Piano Regionale Amianto, alla sua decontaminazione, smaltimento e bonifica secondo la nuova legislazione.

Il radon è un gas radioattivo naturale, incolore e inodore, generato dal decadimento del radio, cioè dal processo per cui una sostanza radioattiva si trasforma spontaneamente in un’altra sostanza, emettendo radiazioni. Prima di decadere il radon rimane in vita per un tempo sufficientemente lungo che gli consente di essere trasportato, in quanto gas, dai flussi di aria presenti nei suoli, anche a distanze notevoli e per alcune centinaia di metri. In Puglia la presenza di radon all’interno delle abitazioni è dovuta principalmente al sottosuolo e in parte ai materiali da costruzione e all’acqua. Aspetti normativi, tra cui la Legge Regionale 3 novembre 2016, n. 30 recante: “Norme in materia di riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas ‘radon’ in ambiente confinato” e modalità di misurazione saranno oggetto di approfondimento.

Per partecipare all’evento compila il modulo di iscrizione.

Alla prossima newsletter
Anno 3 n.28, 31 agosto 2017

SalvaSalva

X