Gentilissima/o web- Lettrice / Lettore,

è entrato in vigore il 5 ottobre 2018 il D. L. 4 ottobre 2018, n. 113 recante “Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell’interno e l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata” (G.U. n. 231 del 4 ottobre 2018).

Il decreto contiene, tra le altre, alcune novità di interesse per l’edilizia: in particolare, l’art. 26 modifica l’art. 99 e l’Allegato XII al decreto legislativo n. 81/2008 introducendo un nuovo onere legato alla trasmissione della notifica preliminare che va inviata, dal committente o dal responsabile dei lavori, oltre che alla ASL (SPESAL) e alla Direzione provinciale del lavoro territorialmente competente, anche al Prefetto .

Altre novità riguardano le imprese che operano nel settore degli appalti pubblici con l’introduzione di pene più severe per i subappalti illeciti; infatti vengono innalzati i tempi di reclusione per chi, avendo in appalto opere riguardanti la pubblica amministrazione, concede in subappalto o a cottimo, in tutto o in parte, le opere stesse senza l’autorizzazione delle autorità competenti.

Per i subappalti illeciti i tempi di reclusione variano da uno a cinque anni; resta immutata l’entità della multa “non inferiore ad un terzio del valore dell’opera concessa in subappalto o a cottimo e non superiore ad un terzo del valore complessivo dell’opera ricevuta in appalto”.

Contatta Eliapos per saperne di più e per ricevere copia del D. L. 4 ottobre 2018, n. 113. Ti ricordo che l’argomento rientra tra le materie trattate nel corso di formazione/aggiornamento per coordinatore CSP-CSE, in programmazione nel mese di novembre p.v. presso la sede Eliapos.

Alla prossima Newsletter

Anno 4 n. 27 – 12 ottobre 2018

eliapossrl@gmail.com

info@eliapos.it

X